PUPI, PUPARI E CONTASTORIE (Terza parte)

Famiglie di pupari

I pupari erano, ed in parte sono ancora, componenti di famiglie dinastiche e patriarcali dedite con passione all'arte di tramandare un patrimonio di parole, gesti, figure, miti e personaggi cui tutti i membri della famiglia davano vita.

Il lavoro di manutenzione dei pupi e del teatrino era rigorosamente ripartito: al capo famiglia toccavano smontaggio e riparazioni, ai bambini il compito di "allustrare" (lucidare) le armature dei paladini.

Pupi di Vincenzo Argento
Pupi del mastro puparo Vincenzo Argento
(Foto Gabriella Alù, dicembre 2005)

Alle donne il compito di cucire e mantenere in ordine l'abbigliamento dei pupi con una cura minuziosa dei particolari, anche di quelli non visibili dal pubblico in sala (la biancheria intima, ad esempio). Molto spesso dipingevano i cartelloni che presentavano o illustravano lo spettacolo. Ed ancora oggi in alcune famiglie è così.

A Palermo oggi le famiglie di pupari sono quelle dei Mancuso, i cui spettacoli si svolgono nel loro teatrino del Borgo Vecchio e al Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino, degli Argento, il cui teatrino è in Corso Vittorio Emanuele a palazzo Asmundo di fronte la Cattedrale.

Vincenzo Argento
Il puparo Vincenzo Argento nel suo laboratorio
(Foto Gabriella Alù, Dicembre 2005)

Ma soprattutto c'è lui, Mimmo Cuticchio, detto "il puparo dei pupari", "il cuntista", "l'ultimo contastorie".

Di Mimmo e della sua famiglia (l'Associazione "Figli d'Arte Cuticchio") parlerò in una delle prossime puntate di questa miniserie di post sul mondo dell'Opera dei Pupi.

(Cliccare sulle immagini per ingrandirle)

Pupi, Pupari e Contastorie sul vecchio NSP:

  • Prima parte: Due libri e un po' di storia
  • Seconda parte: Il teatrino dell'Opera dei Pupi
  • Annunci

    Informazioni su gabrilu

    https://nonsoloproust.wordpress.com
    Questa voce è stata pubblicata in Arte e Spettacolo, Sicilia. Contrassegna il permalink.

    5 risposte a PUPI, PUPARI E CONTASTORIE (Terza parte)

    1. kalaritana ha detto:

      Ciao Gabri come sei brava io tempo fa ho provato ad aprire il blog qui ma non so se per poco tempo o poca pazienza non ho capito molto, e ho lasciato perdere e son rimasta su virgilio.Complimenti a presto
      Paola.

    2. utente anonimo ha detto:

      Ben ritrovata Gabrilulù. Limi.

    3. utente anonimo ha detto:

      Beh come sempre, anche se sei un po’ “fuori mano”, però mo’ ti linko così faccio prima. Limi.
      P.S. Quando ho aperto il blog in Virgilio contavo molto sulle sue possibili funzioni audio per utilizzarlo come campo di sperimentazione musicale, alla fine mi sono ritrovato a scrivere parole, parole, parole, soltanto parole…anzichè musica; è già un paio d’anni che penso di migrare da queste parti, ma ci vuole tempo ed io sono già abbastanza impiccato. Però prima o poi lo faccio.
      II P.S. – Tra l’altro una Blogger di Virgilio s’è pure permessa di dirmi che quando accede al mio Blog si “sbellica dalle risa”; che me’ tocca sopportà!

    4. SENZAQUALITA ha detto:

      ho avuto il privilegio di conoscere fortunato pasqualino (negli ultimi anni d’attività masterizzò voci, musiche, suoni e clangori dei suoi spettacoli nel mio studio di roma): un poeta e un artista con i controfiocchi..

    5. gabrilu ha detto:

      Paola Kalaritana, grazie per il passaggio. Che aspetti a traslocare anche tu? Un po’ di pazienza, segui le istruzioni di Splinder e poi vedrai che la tua vita da blogger sarà molto semplificata, qui

      Limi è sempre un piacere incontrarti 🙂

      Gabryella dalle Molte Qualità, che onore avere una tua visita. E poi, che fortuna avere conosciuto Fortunato! 🙂

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...