JACQUELINE

Non di soli libri si vive. O si muore.

Jacqueline du Pre. Grande violoncellista.

In questo video la vediamo prima giocare e scherzare in backstage e poi in concerto che suona Schubert, Quintetto La Trota (Forellen Quintet).

I suoi compagni di gioco e di concerto si chiamano   Daniel Baremboim, Zubin Metha, Itzhak Perlman, Pinchas Zukerman.
E scusate se è poco.

Jacqueline   fu colpita da sclerosi multipla a  28 anni, all’apice della carriera.

E’ morta a 42 anni, nell’ottobre del 1987.

Annunci

Informazioni su gabrilu

https://nonsoloproust.wordpress.com
Questa voce è stata pubblicata in Musica. Contrassegna il permalink.

5 risposte a JACQUELINE

  1. utente anonimo ha detto:

    Magnifico, e grazie. Non ho fatto in tempo a sentire dal vivo la du Pre, mentre Perlman e Zukerman venivano ogni anno a Milano. I violoncellisti hanno in genere un carattere assai divero da quello dei violinisti, sono spesso di inarrivabile simpatia, come Tortelier e Maisky.
    Oppure sono matti, matti logici, come Natalia Guttman, che ebbe la faccia tosta di eseguire in un solo concerto tutte le sei suites di Bach per violoncello solo, che in genere si fanno in due concerti. All’una di notte eravamo ancora lì, metà del pubblico, quelli del metrò se n’erano andati, e lei continuava seria tranquilla, implacabile. Nei russi ogni tanto esce la smisuratezza. Ma Natalia Guttman va capita: l’avevano pagata per un concerto, lei era a posto, e suonava per puro piacere suo.

    bunanotte
    Primo & Solimano

  2. giuseppeierolli ha detto:

    Mi ricordo un bel film su di lei qualche anno fa. Il marito, Baremboim, non ne usciva bene; ma chi ne uscirebbe bene in quella situazione?
    Molto bello il fermo immagine alla fine del filmato: la musica di Schubert sembra continuare in quegli occhi.

  3. gabrilu ha detto:

    Primo & Solimano
    Neanch’io ho mai assitito dal vivo ad un suo concerto.
    In quanto al violoncello, assieme al pianoforte è, per quanto riguarda la musica classica, il mio strumento preferito (sassofono per il jazz)

    Giuseppeierolli
    Non sapevo del film di cui parli. Ricordi per caso il titolo?
    Il filmato: è uno di quei casi in cui la scelta di inquadrare sempre e solo il volto dello strumentista si è dimostrata felice…

  4. giuseppeierolli ha detto:

    Il titolo era “Hilary and Jackie”; la protagonista era Emily Watson ed è uscito in Italia nel 1999.
    A suo tempo ricordo che ci furono delle polemiche sulla veridicità dei fatti, ma in fin dei conti in un film la cosa è relativamente importante.

  5. gabrilu ha detto:

    Giuseppe
    Grazie :-). Non lo conosco per nulla, questo film

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...