DOMENICHE A PORTA CARINI

Oggi qui a Palermo è una bellissima domenica di sole, di un caldo ancora molto piacevole. Spesso la domenica mattina, quando il tempo è così, vado a gironzolare in uno dei vecchi e popolari mercati storici di Palermo che preferisco, il mercato del  Capo, a Porta Carini. Mi piace girare tra le bancarelle (che ormai conosco una per una). Per questo ho pensato oggi di mettere questo video che ho realizzato un paio di mesi fa. Tra i venditori si vede il banco della signora dalla quale compro sempre il pesce ed in particolare gli ottimi involtini o le polpette di pesce spada  . Si vede     il giovinottone armato di coltelli che vende il tonno pescato nel mare di Marsala, uno dei cesti del babbaluciaro, il banco dello stigghiularu e quello di un panellaro

Come colonna sonora ho scelto Angola di Wayne Shorter, tratto dall’album Alegria.
Secondo me rende bene l’atmosfera. In fondo, il mercato del Capo si trova nel quartiere che un tempo era chiamato il Seralcadio (dall’arabo "harat as-Saqalibah sari Qadi",) dove i musulmani svolgevano, intorno al sec.X, il loro traffico di mercanti di schiavi.

Annunci

Informazioni su gabrilu

https://nonsoloproust.wordpress.com
Questa voce è stata pubblicata in Sicilia, video clip. Contrassegna il permalink.

11 risposte a DOMENICHE A PORTA CARINI

  1. dalloway66 ha detto:

    vedere il panellaro a quest’ora è stato micidiale! oltre alla nostalgia mi ha investita una tempesta di sapori e tutto il filmato ha riportato a galla un’orgia di ricordi profumati, colorati, ritmati, abbanniati…

  2. utente anonimo ha detto:

    questi accenni al pescespada mi procurano una dolorosa fitta al cuore….
    frequentare i mercati: lo metto nelle mie dieci abitudini preferite, è una sublime finestra sul mondo e poi lo diventa anche su te stesso, un momento di quasi meditazione e al tempo stesso di dialogo.

  3. gabrilu ha detto:

    ma chesso, un bloggercamp palermitano primaopoi no? 😉

  4. amfortas ha detto:

    Un mio amico, che abita a Monza da più di trent’anni, è un ingegnere siciliano, Toti Iannazzo, ed ha scritto a suo tempo un Bel Momento dal titolo che è tutto un programma: “Barocco e bancarelle a Palermo”, con testo e fotografie sue, lo trovate qui http://www.arengario.net/momenti/momenti48.html
    In Sicilia, che evidentemente continua ad amare come quando era un ragazzo, ha scritto un altro Bel Momento sulla Gola di Pantalica, un posto affascinante che non tutti conoscono.
    Adesso dovrò aggiornare tecnologicamente I Bei Momenti, ma non riesco a decidermi: To blog or not to blog?
    Accetto consigli, specie da Gabrilu, ma anche da altri: a sbagliare, so farcela benissimo da solo.

    grazie e saluti
    Primo & Solimano

  5. PattyBruce ha detto:

    dalloway66
    ti capisco, carissima, e come spesso succede quando le cose si hanno a portata di mano, io invece molto raramente mangio pane e panelle. Forse perchè ai tempi (ormai lontani) del liceo Garibaldi il pane con le panelle costituiva l’unica merenda possibile durante l’intervallo a metà mattinata (non c’erano tutte le schifezze di merendine di oggi). Più spesso mangio la stigghiola, comprata rigorosamente nelle bancarelle in mezzo la strada e divorata in loco ^___^

    barbara68
    i mercati sono importantissimi. Quando sono in viaggio non manco mai di visitare tutti mercati che mi capitano a tiro.

    Primo & Solimano
    Ho visto la bella pagina su Serpotta. Ho visto anche che è del 2004. Nel frattempo, due anni fa hanno restaurato (soprattutto ripulito) la maggior parte degli stucchi serpottiani di tutte le chiese e oratori di Palermo, e ti assicuro che oggi sono una vera meraviglia. Piccolo esempio: questo è l’Oratorio del SS: Salvatore in Santa Cita “ripulito”:

    (>>QUI la versione grande della foto)

    A proposito di barocco, proprio all’interno del mercato el Capo c’è la bellissima Chiesa dell’Immacolata Concezione, bellissimo esempio di barocco fiorito palermitano. La chiesa è stata restaurata recentemente ed è uno splendore. A me piace persino più che Casa Professa.

  6. gabrilu ha detto:

    Scusa il commento OT, volevo solo fare ammenda per la mia latitanza dovuta a casini vari.
    Ciao 🙂

  7. PattyBruce ha detto:

    Quanto mi piace quando ci descrivi (e ci mostri) Palermo. Io la conosco solo per i racconti di mio suocero. Starei incollata qui per ore.

  8. babilonia61 ha detto:

    Amfortas
    Scusarti di che?! Spero solo che i casini siano di ordinaria amministrazione, insomma niente di serio

    PattyBruce
    Il mio rapporto con Palermo è molto ma molto ambivalente. La amo ma anche la odio parecchio… Qui nel blog in genere di questa mia città parlo solo delle cose positive … 🙂 sennò mi deprimerei troppo :-/
    …Cmq ci tornerò, su Palermo, ci tornerò ^__^

  9. gabrilu ha detto:

    La stessa cosa succede a me per Milano. E’ perché abbiamo sotto gli occhi ogni giorno tutti gli aspetti delle nostre città, e non possiamo far finta di non vedere quel che c’è di negativo.

  10. Anonimo ha detto:

    Bellissimo il video. Interessante notare come, sia lì da te che qua da me, il mondo segue un corso storico pieno di carattere, fascino, tradizioni, dove il passato si mescola al presente e il tempo sembra essersi fermato: meraviglioso.
    Sono attimi di storia, particolari da assaporare, da ricordare un giorno.
    Complimenti.

    Felicità

    Rino, gustando il video

  11. Anonimo ha detto:

    Rino
    Lieta di vederti da queste parti e… sei anche tu troppo generoso nel giudizio verso i miei rozzi filmettini (però devo confessare che confenzionarli mi diverte da da matti, ma questo credo che ormai s’è capito 🙂

    Tu stai nel nord Italia, non è vero? Eh, si, avete tante splendide cose, lassù. Ci sono posti che amo molto e nei quali quando mi è possibile torno sempre volentierissimamente assai

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...