IL CONFINE

Il settimo sigillo

“…mi manca il mezzo per immaginarmi l’istante della separazione. Siccome non posso nè voglio immaginarmi un’altra vita, una sorta di vita dall’altra parte del confine, la prospettiva è agghiacciante. Vengo trasformato da qualcuno in nessuno. […]

Mi sembra di intuire quel che m’aspetta”

Ingmar Bergman, Lanterna magica – Autobiografia, 1987

Advertisements

Informazioni su gabrilu

https://nonsoloproust.wordpress.com
Questa voce è stata pubblicata in Arte e Spettacolo, Citazioni, Libri e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a IL CONFINE

  1. utente anonimo ha detto:

    A quest’immagine del “Settimo sigillo” devo la mia passione per il cinema. E’ un film che ho visto da bambino in tv, come “La strada” di Fellini e “Moby Dick” di Huston/Melville. Sono immagini che non si dimenticano più, e mi dispiace che ai bambini di oggi vengano negate.
    Giuliano

  2. amfortas ha detto:

    Io sono rimasto scioccato per anni da questa immagine, tanto che ho dovuto aspettare molto per rivedere il film.
    Un vero Maestro.

  3. utente anonimo ha detto:

    Se c’è una cosa che colpisce nei film di Bergman sono i primi piani. Aveva visto giusto Gilles Deleuze quando scrisse che “Bergman ha spinto il più lontano possibile il nichilismo del volto”, il volto davanti al nulla, la paura del volto di fronte al proprio nulla…Fa effetto, poi, vedere come quei volti sono cambiati nel corso degli anni, insieme alla poetica del regista (che sembra avere girato sempre lo stesso film, come i grandi romanzieri scrivono un unico, ininterrotto romanzo, nel corso degli anni). Ricordo Ingrid Thulin, Bibi Andersson, e Liv Ullman, tre volti di un universo femminile ritratto con un acume e un tatto jamesiani (ma Henry James a volte era cinico; Bergman può essere spietato ma cinico mai). Antonius Blok ha perso la sua partita con la Morte, ma continuerà a vivere nella nostra immaginazione e nei nostri ricordi personali (il cinema vince la Morte, sempre…)

  4. artedelsogno ha detto:

    Immenso Bergman. Il Settimo Sigillo è uno dei miei film preferiti.

  5. gabrilu ha detto:

    artedelsogno
    beh, non poteva essere che così, per uno che del sogno ha fatto un’arte ed un nick 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...