ROMANZO A CHIAVE

René Magritte, The Great War, 1964
Tutti i romanzieri che descrivono (o dall’esterno o dall’interno) la cosiddetta “vita di società”, sono perseguitati dall’accusa esasperante di mettere nei loro libri delle persone vere. Chiunque sia dotato della minima capacità creativa riconosce l’assurdità di simile accusa. “Persone vere” trasportate in un’opera di immaginazione, cesserebbero immediatamente di essere tali; soltanto quelle nate nella mente del creatore possono dare la minima illusione di realtà.

Ma è inutile convincere coloro che sono privi di immaginazione — che costituiscono la massa dei lettori di romanzi — che introdurre persone vere in un romanzo sarebbe come incollare la loro fotografia all’interno della folla vibrante, umana, di un quadro del Guardi. Se lo si facesse esse sarebbero gli unici oggetti morti e irreali in una scena fremente di vita. La bassa categoria, nella narrativa, del roman à clef autentico (che non è mai scritto da un romanziere nato) fa indignare, naturalmente, ogni serio scrittore di narrativa, sospettato di usare tali metodi.
Niente è più penoso per uno scrittore creativo che l’avere un goffo dito puntato su una delle creature nate in quel misterioso altro-mondo dell’invenzione, con la scherzosa accusa: “Naturalmente, abbiamo tutti riconosciuto tua zia Eliza!”, o di sentirsi dire (e questo è successo a me più di una volta): “Pensavamo tutti che la tua eroina doveva essere la signora X, perchè ha i capelli esattamente dello stesso colore”

(Edith Wharton, Uno sguardo indietro-Autobiografia)

—————-

René Magritte, The Great War, 1964

 

Annunci

Informazioni su gabrilu

https://nonsoloproust.wordpress.com
Questa voce è stata pubblicata in Citazioni, Libri e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a ROMANZO A CHIAVE

  1. utente anonimo ha detto:

    Sono assolutamante d’accordo, solo l’immaginazione può rendere vero un personaggio. Ciao Giulia e grazie della considerazione che hai per me… Giulia

  2. erremme ha detto:

    ciao carissima.. vorrei se ti va aggiungere al sito il “nostro”kafka.. ti lascio un saluto
    roberto

  3. gabrilu ha detto:

    Giulia
    🙂

    erremme
    Caro Roberto, le immagini sono tue creazioni, ed è ovvio che puoi farci quello che vuoi, ci mancherebbe. Ti ringrazio molto per avermi scritto, sei sempre molto gentile.

  4. erremme ha detto:

    vienimi a trovare..poi ti dico quando aggiorno il sito..

  5. gabrilu ha detto:

    erremme
    certo, verrò con piacere

  6. MarcoVannucci ha detto:

    Sono un nessuno qualsiasi che si diverte ad imbrattare qualche foglio, illudendomi che sia un romanzo. Non sono d’accordo, esiste l’immissione di persone reali, in uno scritto fantastico, modellate dalla nostra fantasia.
    Ti lascio un sorriso

  7. gabrilu ha detto:

    MarcoVannucci
    immissione di persone reali in uno scritto fantastico modellate dalla nostra fantasia, dici.
    Appunto. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...