E’ SOLO UN ROMANZO!

Jane Austen

Jane Austen in un acquerello della sorella Cassandra (1804)

“… sembra sia universale desiderio denigrare la capacità e sottovalutare la fatica del romanziere disdegnando opere che si raccomandano solo per intelligenza, spirito, e buon gusto. “Non sono un lettore di romanzi…Raramente do un’occhiata a un romanzo…Non crediate che leggo spesso romanzi…Non male, per essere un romanzo”. Questa è la solita solfa. “Cosa sta leggendo, signorina?” “Oh, è solo un romanzo!” risponde la giovane donna posando il libro con indifferenza affettata o addirittura con vergogna. “E’ solo Cecilia, o Camilla, o Belinda” ovvero, in breve, sono solo opere in cui si dimostrano le più grandi capacità intellettuali, la più profonda conoscenza della natura umana nella più limpida descrizione della sua varietà, la più vivace effusione di spirito e di umorismo, il tutto in linguaggio scelto e garbato”

 

Jane Austen

Illustrazione di Charles E. Brock per Northanger Abbey

Annunci

Informazioni su gabrilu

https://nonsoloproust.wordpress.com
Questa voce è stata pubblicata in Citazioni, leggere e scrivere, Libri e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a E’ SOLO UN ROMANZO!

  1. carloesse ha detto:

    Il romanzo è una delle più grandi invenzioni dell’uomo moderno. Non so se l’ho letto da qualche parte (Kundera?) ma quello che importa è condividere questa fondamentale affermazione. Il romanzo è uno strumento attraverso il quale il lettore si appropria di altre vite (vere? fasulle? che importa!), di altre identità, di altre storie; le fa sue in qualche modo, arricchendo il proprio essere di infinite possibilità e la conoscenza degli altri e di se stesso.
    Rinunciare a leggerli (oggi che sono alla portata di tutti) è rinunciare ad arricchire la propria capacità di emozione e di conoscenza.
    Sminuirne la portata  ("io non leggo romanzi", con aria di superiorità) è vera bestemmia e indice di abnorme stupidità.
    “Io non leggo romanzi”.
    “E bravo fesso!” è la sola risposta possibile.

  2. utente anonimo ha detto:

    Da quando J.Austen scriveva queste acute considerazioni ad oggi non è cambiato poi molto, e siamo regrediti, se ancora il romanzo viene definito roba da signorine, fuga dalla realtà, inutile, ecc. Il romanzo è uno dei pochi veri strumenti di intervento sulla psiche (di chi scrive e di chi legge), e soprattutto sulla realtà.
    Elena

  3. giuseppeierolli ha detto:

    Bella questa citazione austeniana. Posso aggiungerne una dell’altra mia autrice di culto? Mi rispondo di sì e lo faccio:

    Non c’è Vascello che eguagli un Libro
    Per portarci in Terre lontane
    Né Corsieri che eguaglino una Pagina
    Di scalpitante Poesia –
    È un Viaggio che anche il più povero può fare
    Senza paura di Pedaggio –
    Tanto frugale è il Carro
    Che porta l’Anima dell’Uomo –

    (Emily Dickinson)

  4. utente anonimo ha detto:

    Oh ecco!  Finalmente una voce autorevole a favore del bistrattato genere che, stranamente, molti lettori amano.
    Approvo la tua citazione

    Elisabetta

  5. RottamieViolini ha detto:

    sono capitato da queste parti leggendo i tuoi commenti su dickens che amo in particolar modo.
    sono ognivolta sorpreso da quanta bellezza d’anima, d’intenti, di passione possa albergare in giro nella rete.
    Ti ho linkata e verrò spesso a trovarti.
    Anche a suggerirti qualche lettura, perché no.

  6. gabrilu ha detto:

    carloesse, certo che è Kundera!  "Arte del romanzo",  in primis, ma poi anche "I testamenti traditi", "Il sipario"... Libri che amo moltissimo e  di cui condivido in pieno i contenuti

    "Bravo fesso!" è sintetico ed efficace  😉

    Elena, certo, poi ci sono romanzi e romanzi, e moltissimi non non valgono la carta su cui sono stampati, ma questo  è un altro discorso
    Ciao  🙂

    Giuseppe
    Ricevere una citazione di Emily Dickinson  (così pertinente, poi) da parte di un  vero appassionato ed esperto come te è davvero un  bel regalo.
    Lo dico sul serio, sai bene che anche se volessi, non riuscirei a far salamelecchi. Grazie  🙂

    Elisabetta, per nostra fortuna non c’è solo Jane Austen a pensarla così,  le "voci autorevoli" a favore del romanzo sono più di quanto  si possa pensare

    RottamieViolini
    Grazie a te e benvenuto.
    Torna quando vuoi e… anche con consigli di lettura: why not?
    Ho appreso e continuo ad apprendere un sacco di cose, dai vostri commenti
    Ciao e a presto  🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...