CAPITANI CORAGGIOSI

Dopo il salvataggio di tutti i passeggeri, il comandante Calamai restò a bordo dell’Andrea Doria rifiutandosi di mettersi in salvo; fu costretto a farlo dai propri ufficiali tornati indietro appositamente.

L’intera puntata di Ulisse dedicata al naufragio dell’Andrea Doria visibile in streaming >> QUI

Annunci

Informazioni su gabrilu

https://nonsoloproust.wordpress.com
Questa voce è stata pubblicata in Attualita e Storia, Cose varie, video clip e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a CAPITANI CORAGGIOSI

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. oyrad ha detto:

    Altri tempi… altre persone… e anche altre navi: gli interni della “Concordia” sono volgarissimi, pacchiani… un incubo! Mentre le navi italiane di allora, proprio come l'”Andrea Doria”, vantavano uno stile raffinato e sobrio. Ricordo, ad esempio, di aver visto in vendita su e-bay – ad un prezzo esorbitante – dei cimeli provenienti proprio dall'”Andrea Doria”; ovvero parti dei servizi in porcellana usati per apparecchiare i tavoli del ristorante di bordo “Italia”, tutti eseguiti dalla Richard-Ginori e molto probabilmente disegnati da Giò Ponti (che, oltre ad essere stato uno dei più bravi architetti italiani di sempre, ha anche allestito e arredato gli interni delle navi da crociera italiane dell’epoca).

  3. carloesse ha detto:

    Volgarissimi e pacchiani non sono solo gli interni di questi mega-condomini galleggianti.
    Volgarissima e pacchiana è la storia di comandanti che si sfidano a passare il più vicino possibile a isole e scogli per un inchino alla propria stupidità (leggere le memorie del comandante Palombo, il maestro di questo Schettino, destinatario apparente dell’inchino).
    Volgarissimo e pacchiano è il chiasso dei media alla ricerca della zoccola di turno (come se essere cretini di proprio non bastasse, e fosse necessario sempre un paio di tette per trovare la causa dell’uscita di testa di un uomo).
    Volgarissimo e pacchiano è questo Paese, di cui questa storia è una bella metafora.
    Dice bene Crozza: un uomo che governa una nave che sta affondando e insiste per ore a dire che tutto va bene, non ci ricorda qualcuno?

    • natore ha detto:

      ….sono d’accordo : quei media che spudoratamente chiamano dive le troiete di turno..spudoratamente pagano grandi cifre per portare in tv i comandanti balordi….spudoramente chiamano sport il calcio professionista.

  4. Renza ha detto:

    D’ accordo, ma non trascuriamo coloro che credevano a chi diceva che tutto andava bene, coloro che nel mezzo del naufragio ( vero) fotografavano come forsennati, e coloro che, a naufragio( vero) compiuto, forsennatamente fotografano. Non è che la nave ( metafora) affonda perchè il capitano è in buona compagnia di suoi simili?

  5. Dragoval ha detto:

    Non solo tutti filmano, fotografano, spettacolarizzano la tragedia: ho appena visto ora, su TGcom24, le immagini del disastro montate in un videoclip, con tanto di commento musicale….
    Non riusciamo proprio a prendere niente sul serio, in questo Paese.

  6. natore ha detto:

    La mia carriera in Marina mercantile ,1946 / 1962, quando i veri COMANDANTI lasciavano la nave in fase di affondamento dopo aver fatto tutto quello che era il loro dovere…e di più . Comandanti che non avrebbero mai permesso , con la nave navigante in acque internazionali , la deviazione in acque territoriali Indiane e far arrestare 2 nostri militari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...