CURARSI CON I LIBRI – ELLA BERTHOUD, SUSAN ELDERKIN

Curarsi con i libri
Ella BERTHOUD, Susan ELDERKIN, Curarsi con i libri. Rimedi letterari per ogni malanno, (tit. originale The novel cure) traduz. R. Serrai, curatore Fabio Stassi, pp.644, Sellerio, 2013

Un manuale per curarsi con i libri?!? Due autrici inglesi, Ella Berthoud e Susan Elderkin — pittrice e insegnante d’arte la prima, scrittrice la seconda — nel loro libro “Curarsi con i libri. Rimedi letterari per ogni malanno” propongono questa ricetta universale:

“Qualunque sia il vostro disturbo, la nostra ricetta è semplice: un romanzo (o due), da prendere a intervalli regolari”.

State già arricciando il naso? Lo immagino. L’avevo  fatto anch’io, ma poi per fortuna ho evitato la tentazione di snobbare il libro pensando “ohibò, l’ennesimo manuale!”. Ho cominciato a sfogliarlo, non l’ho trovato per nulla banale, l’ho trovato invece parecchio interessante e… mi sono anche molto, molto divertita. Cosa che di certo non guasta.

Curarsi con i libri è una curiosa raccolta di romanzi e di scrittori cui vengono attribuite diverse proprietà terapeutiche: se serve una ricetta per reumatismi, ecco il Marcovaldo di Italo Calvino, Hemingway è ottimo contro il mal di testa, Beppe Fenoglio salva dal mal d’amore e Vitaliano Brancati con Il bell’Antonio dall’impotenza.

Il libro è strutturato in centinaia di schede — organizzate in ordine alfabetico a seconda della patologia di riferimento — che riassumono in breve la trama dei romanzi prescritti e fanno conoscere i personaggi, aggiungendo un pizzico di barzellette e aneddoti. Le “prescrizioni” sono scritte tutte con allegria e passione, eleganza, umorismo e grande conoscenza della storia della letteratura.

Ecco la quarta di copertina del volume Sellerio, che sintetizza molto bene il lavoro delle due autrici inglesi:

Si può curare il cuore spezzato con Emily Brontë e il mal d’amore con Fenoglio, l’arroganza con Jane Austen e il mal di testa con Hemingway, l’impotenza con “Il bell’Antonio” di Vitaliano Brancati, i reumatismi con il “Marcovaldo” di Italo Calvino, o invece ci si può concedere un massaggio con Murakami e scoprire il romanzo perfetto per alleviare la solitudine o un forte tonico letterario per rinvigorire lo spirito. Questo suggeriscono le ricette di un libro di medicina molto speciale, un vero e proprio breviario di terapie romanzesche, antibiotici narrativi, medicamenti di carta e inchiostro, ideato e scritto da due argute e coltissime autrici inglesi e adattato per l’Italia da Fabio Stassi, autore de “L’ultimo ballo di Charlot”. Se letto nel momento giusto un romanzo può davvero cambiarci la vita, e questo prontuario è una celebrazione del potere curativo della letteratura di ogni tempo e paese, dai classici ai contemporanei, dai romanzi famosissimi ai libri più rari e di culto, di ogni genere e ambizione. Queste ricette per l’anima e il corpo, scritte con passione propongono un libro e un autore a rimedio di ogni nostro malanno, che si tratti di raffreddore o influenza, di un dito del piede annerito da un calcio maldestro o di un severo caso di malinconia. Le prescrizioni raccontano le vicende e i personaggi di innumerevoli opere, svelano aneddoti, tratteggiano biografie di scrittori illustri e misconosciuti in un invito ad amare la letteratura.

Non credo di dover aggiungere altro, se non che non ci si deve spaventare per la mole del volume (circa 600 pagine). Non c’è alcun bisogno di leggerlo tutto di seguito. Si può tranquillamente fare come ho fatto e sto continuando a fare io, e cioè  saltellare a piacere, oppure “farsi” una lettera dell’alfabeto per volta.

Infine, considerando che siamo in periodo di strenne natalizie: Curarsi con i libri può costituire  un ottimo regalo per tutti: chi è abituato a leggere molto si divertirà a vedere a quali patologie le due autrici inglesi hanno accostato i loro romanzi preferiti, si divertirà con gli aneddoti e le notazioni ironiche — sempre molto colte e frizzanti; chi di solito non legge molto troverà certamente (o almeno si spera) spunti che stimoleranno la curiosità e il desiderio di leggere questo o quell’altro romanzo.

  • La scheda del libro (reperibile anche in eBook) >>
Annunci

Informazioni su gabrilu

https://nonsoloproust.wordpress.com
Questa voce è stata pubblicata in Libri e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a CURARSI CON I LIBRI – ELLA BERTHOUD, SUSAN ELDERKIN

  1. Silvia ha detto:

    Bellissimo! Questo è uno dei pochi libri che in versione digitale sonomolto scomodi da leggere. Io l’ho comprato, ma ho dovuto prendere anche l’edizione cartacea

  2. gabrilu ha detto:

    @Silvia
    l’eBook è scomodo da leggere sui normali eReader, hai ragione, ma sull’iPad si legge splendidamente, perchè la funzione “cerca” e i link alle note e agli indici funzionano a meraviglia e velocemente 🙂

  3. Rosella ha detto:

    Adesso so cosa andare a comprarmi per Natale. Sarà certamente più efficace di Cinematerapia di Nancy Peske e Beverly West. Non iscritta ad alcun social network, capitata qui seguendo le tracce di Romain Gary, non posso più fare a meno di venire qui tutti i giorni. Oggi ho terminato di leggere “Il mare che bagna i pensieri” della Rakusa, Sei diventata la mia miniera. Grazie. E auguri. A tutti. Rosella, romana in trasferta permanente a Trieste.

    • Paola ha detto:

      Grazie dell’interessante suggerimento: senz’altro un libro che leggerò, come quasi tutti quelli di cui leggo qui. Grazie Gabrilù e cari auguri. Buon Natale a tutti.
      Paola, lettrice vagabonda

  4. Grazia ha detto:

    Grazie tantissime per il suggerimenti: sarà un ottimo regalo che farò a me stessa!!
    Intanto tutti i miei più cari e affettuosi auguri di buone feste!

  5. nicole ha detto:

    Lo avevo addocchiato e guardato un poco diffidente,ma ora so che lo comprerò.
    Grazie e buone feste a tutti voi!

  6. dida ghini ha detto:

    buone feste
    grazie per ogni parola del blog!
    saluti
    dida

  7. gabrilu ha detto:

    @tutte e tutti:
    Grazie, Buon Natale e Buone Letture.
    Auguro a ciascuna/o di voi di trovare il libro giusto in cui sprofondare in questi giorni 🙂

  8. giacinta ha detto:

    Auguri, Gabrilu!
    p.s.
    chi c’è contro il mal di schiena? Sarà mica uno scrittore dimenticato?:)

    • gabrilu ha detto:

      @giacinta
      opperbacco, eccome se c’è! Ed è pure una ricetta Nobel!
      Alla voce “Mal di schiena” le due signore consigliano l’assunzione de

      *** Il massaggio mistico, V. S. Naipaul ***

      Ecco l’incipit della scheda:
      “È il peggior dolore del mondo. Tanto vale prendere un coltello e sbudellarsi o ficcarselo nel cuore, da quanto si sta male. Da buttarsi a terra e morire come un maiale. Oppure rivolgersi al massaggiatore mistico, cioè Ganesh Pundit”
      Ciao! 🙂

  9. Vania ha detto:

    Cara Gabrilu
    grazie … è quello che ci vuole in questi giorni di confusione mentale e non solo.
    Un abbraccio
    Vania

  10. Frank Spada ha detto:

    Lo apro a caso: M (Mal D’Amore)… non uso psicofarmaci, mi piace il jazz e il cioccolato e non mi sono mai rivolto ad uno psichiatra.
    Buon tutto gentile gabrilu.

  11. gabrilu ha detto:

    @Frank Spada
    perdincibacco e perdindirindina!

  12. Frank Spada ha detto:

    Un abbraccio e la mia stima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...